Blog

In appena 48 h tra il canale dell’associazione Hope Aps della Caritas cittadina ed altri sono stati raccolti circa 4300 euro. Non si ferma la raccolta fondi e l'iniziativa Spesa Sospesa. “Non possiamo andare avanti ciascuno per conto suo, ma solo insieme”.

In appena 48 h tra il canale dell’associazione Hope Aps della Caritas cittadina ed altri sono stati raccolti circa 2700 euro, da sommare ai 1600 euro stanziati già dal Collegio dei Rettori delle sedici confraternite ennesi per un totale di circa 4300 euro.

La spesa sospesa, l’iniziativa che permette di lasciare qualcosa di spesa o comunque una donazione in attivo presso i supermercati aderenti per chi ha estreme difficoltà ad acquistare l’essenziale per il proprio sostentamento, sta avendo parecchio riscontro. Tantissimi enti, associazioni, negozi stanno contattando inoltre l’associazione di promozione sociale al fine di compiere donazioni o fornire alimenti per la Caritas. In un momento così difficile il motore caritativo spinge il cuore degli ennesi.

Ma non bisogna cullarsi: anzi! È proprio in questo momento che l’emergenza entra nel vivo: proprio in occasione del quasi certo ampliamento dei tempi del lockdown la situazione potrebbe divenire ancora più drammatica: il presidente del consiglio ieri sera, oltre alle manovre di natura economica al fine di affrontare l’emergenza che si aprirà a seguito del Covid ha esortato la nazione, le associazioni, gli enti di volontariato a occuparsi dell’altro, di chi ha bisogno.

 Anche il Papa, venerdì sera, nel suo “nessuno si salva da solo”, ci ha ricordato che, per uscire da questo momento di crisi, oltre alla preghiera, è necessario avere responsabilità civica e soprattutto creare una cordata di solidarietà che permetta di alzare la china e trascinare su questa barca in tempesta chi rischia, non solo per il virus, di affondare giù.

Un grazie doveroso ai diaconi e a tutta l’equipe di Caritas cittadina e alle parrocchie, senza il cui supporto sarebbe impossibile arrivare davvero a tutti coloro che hanno bisogno, oltre che a provvedere al necessario.  Purtroppo, in questi tempi di restringimento sociale, con la chiusura delle chiese viene meno una risorsa preziosa, che è la raccolta alimentare presso le varie parrocchie: per questo motivo ci si è spinti congiuntamente come Caritas verso l’iniziativa della spesa sospesa e le donazioni, che in parte potrebbero servire anche per il pagamento di utenze e le varie esigenze economiche di chi, purtroppo, non ha mezzi per poterle sostenere. Chi era già in difficoltà economica, purtroppo, il lockdown ha peggiorato la sua situazione.

Un grazie particolare alla Sig.ra Lucia Pastorelli che ha fornito le mascherine a tutti gli operatori Caritas.

Apriamo i nostri cuori dunque, pur rimanendo a casa possiamo e dobbiamo fare in modo che tutti noi riusciamo a superare questo difficile e particolare momento! Insieme si può.

Vi ricordiamo le modalità che possono permettervi di dare un serio contributo:

➡️link donazioni https://paypal.me/pools/c/8nKtNhfT84

🛒 SPESA SOSPESA:

I SUPERMERCATI ADERENTI SONO:

I supermercati del Gruppo Arena

Crai

Eurospin

Centesimo

Lidl

Putiamo

➡️ Chiunque volesse, QUANDO SI RECA A FARE LA SPESA, può lasciare al supermercato una donazione o anche della spesa, SPECIFICANDO il destinatario, ovvero la Caritas Cittadina.

CI TENIAMO A PRECISARE CHE NON DOVETE RECARVI APPOSITAMENTE AL SUPERMERCATO, MA SE VOLETE FARE LA DONAZIONE FATELA QUANDO ANDATE PER VOI STESSI!!

I referenti sono i diaconi Mimmo Cardaci, Salvatore Orlando, Pietro Valenti e l'associazione Hope Aps (This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. - +39 3519602480)

La Caritas Cittadina si rende disponibile a collaborare con tutte le istituzioni per la realizzazione di iniziative a favore delle persone in difficoltà.

Aiutateci ad aiutare!!!

https://www.hopeaps.it/blog/27-spesa-sospesa.html

Aiutateci ad aiutare!

Luca Ballarò